Giardino dei Tarocchi

Il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico unico

Il Giardino dei Tarocchi è un parco artistico unico localizzato a Garavicchio, frazione del paese di Capalbio, comune di Grosseto. Questa grande opera si estende per 2 ettari di terreno, costituendo un vero e proprio mondo nel quale le sculture, dai colori estremamente vivaci e ben visibili ancor prima di accedere al parco, delineano le tappe da visitare durante la propria permanenza in questo magico ambiente.

L’enigmatico giardino, posizionato sul versante sud della collina di Garavicchio in Maremma, è stato progettato e realizzato da Niki de Saint Phalle, scultrice, pittrice e artista francese. Niki inizia la costruzione del parco nel 1979, con il sostegno di suo marito, nonché di diversi professionisti della scultura moderna.

Nell’anno 1997 l’artista ha dato vita alla Fondazione Il Giardino dei Tarocchi, avente lo scopo di salvaguardare questa grandiosa opera. Nell’anno successivo, il 15 maggio, il Giardino dei Tarocchi apre per la prima volta al pubblico. Per volere dell’artista, questo parco non prevede delle visite guidate: in questo modo, l’interpretazione di ciò che viene visto durante una sua visita è lasciata interamente ai turisti.

Giardino dei Tarocchi - Fattoria di Pietra

Ai piedi della collina su cui il parco sorge si trova un accesso al giardino, che avviene attraverso un’unica entrata lungo una estesa muraglia. L’ingresso è stato costruito in modo tale da rappresentare il passaggio dalla vita di tutti i giorni a quella fantasiosa e affascinante del parco, capace di offrire un ambiente assolutamente unico, del tutto differente da ciò che possiamo solitamente vedere nelle nostre vite.

Una volta superata la muraglia, il turista si ritroverà immediatamente immerso in un ambiente misterioso e composto da immense statue. All’interno di questa gigantesca opera prendono infatti luogo delle mastodontiche figure dall’altezza di circa 12-15 metri, le quali costituiscono un omaggio ai simboli dei tarocchi. Le sontuose costruzioni, fabbricate in cemento e in acciaio e rivestite da vetri e ceramiche colorate, sono in grado di catturare immediatamente l’attenzione dei visitatori del parco grazie alle loro forme bizzarre e alle colorazioni vivacissime e intense.

Giardino dei Tarocchi Capalbio - Fattoria di Pietra

La figura dell’Imperatrice-Sfinge è la più significativa del giardino, nella quale Niki de Saint Phalle ha vissuto per lungo tempo durante gli anni di realizzazione dell’intero parco, all’interno di un vero e proprio appartamento. L’Imperatrice-Sfinge si trova vicino alla piazza, dominando l’intero Giardino dei Tarocchi. Altre costruzioni di rilievo sono quelle della Sacerdotessa, dedicata al Parco dei Mostri di Bomarzo (che ispirò l’artista nella realizzazione del giardino) e la Temperanza, un igloo nel quale il turista si ritroverà spaesato nella miriade di forme frammentate e riflesse dello spazio.

Tutto questo realizza un’esperienza significativa e indelebile per chi visita il parco, senza dubbio uno degli ambienti più affascinanti e fantastici d’Italia. Immerso nel paesaggio collinare della Maremma, il Giardino dei Tarocchi è un magico luogo da visitare, sicuramente un ambiente particolarmente indicato per tutte le coppie che desiderano vivere delle ore molto stimolanti insieme ai propri figli nella rigogliosa regione della Toscana.

Che siate adulti, bambini, esperti d’arte o appassionati di architettura, il Giardino dei Tarocchi a Capalbio riuscirà a impressionarvi grazie ai tanti giochi di colori, luci e forme che il suo meraviglioso interno sarà capace di offrirvi.